I TRE PILASTRI DELL'AUTOSTIMA

a cura di Dott.ssa Gemma Andreolipubblicato il 27-06-16

medicina


primo pilastro: L'AMORE PER NOI STESSI.

L'amore per noi stessi deve essere incondizionato ; deve andare al di là dei possibili giudizi e implica l'accettazione di come siamo.

Ci fa rialzare dopo una sconfitta perchè ci permette di accettare i nostri difetti con indulgenza, ma senza compiacimento,facendoci sentire importanti anche conoscendo le nostre imperfezioni.

DA DOVE NASCE?

Dalla qualità e dalla coerenza del nutrimento affettivo ricevuto da bambini, fin dalla nascita.

BENEFICI

Stabilità affettiva,buone relazioni con gli altri,capacità di resistere alle critiche e ai rifiuti.

CONSEGUENZE DOVUTE ALLA SUA MANCANZA

Dubbi sulla propria capacità di essere apprezzato dagli altri,convinzione di non essere all'altezza delle circostanze,immagine mediocre di se stessi anche nel caso di successo

 

secondo pilastro: L'IMMAGINE DI NOI STESSI.

Quando di noi stessi abbiamo una visione priva d'amore; questa invade   il nostro spazio:dubitiamo perennemente di noi, del nostro diritto di affermarci e di essere felici.

DA DOVE NASCE?

Dalle aspettative,dai progetti e dalle proiezioni che i genitori hanno nei confronti del figlio.

BENEFICI

Ambizioni e progetti realistici,capacità di resistere agli ostacoli e ai contrattempi.

CONSEGUENZE DOVUTE ALLA SUA MANCANZA

Tendenza a distorcere la realtà,mancanza di obbiettivi esistenziali,eccesso  di conformismo o di ribellione,dipendenza dall'opinione altrui,poca  perseveranza nelle scelte personali.

 

Terzo pilastro:FIDUCIA IN NOI STESSI

Significa credere di essere capaci di agire in modo adeguato in una determinata situazione. Ci dà la forza di credere che possiamo superare ogni prova che si presenti nella vita perchè abbiamo gli strumenti per farlo e ciò ci porta ad essere intraprendenti e ci fa agire.

DA DOVE NASCE?

Dall'atteggiamento, dal modo interpretiamo i successi e i fallimenti dei nostri figli,della fiducia che diamo loro per avere il coraggio di agire, di perseverare e di accettare le contrarietà.

BENEFICI

Capacità di prendere decisioni quotidiane facilmente e rapidamente, resistenza alle frustrazioni e ai fallimenti.

CONSEGUENZE DOVUTE ALLA SUA MANCANZA

Inibizioni,vacillamenti,abbandoni e mancanza di perseveranza.